Il 25% degli italiani vuole un rimborso Rca

soldi rca

Il 25% degli italiani vuole un rimborso Rca. Causa pandemia, incidenti quasi azzerati nel lockdown: gli assicurati desiderano un indennizzo nel 2021. È quanto emerge da un’indagine di Nielsen realizzata per Prima Assicurazioni. In particolare, il 23,6% degli intervistati si aspetta che venga riconosciuto una quota di rimborso ai clienti visti i risparmi fatti nel 2020 dalle assicurazioni con la caduta dei sinistri, mentre solo il 7,7% degli intervistati ritiene che le compagnie  abbiano già fatto già fatto tutti gli sforzi dovuti per venire incontro ai propri clienti.

Il 25% degli italiani vuole un rimborso Rca: cosa è successo

Va detto che qualcosa le compagnie hanno fatto: sconti, voucer, proposte più allettanti. E che gli effetti magari si vedranno più in là. Per ora, infuria la polemica di Assoutenti contro il ribasso di solo il 5% delle Rca. L’Ivass ha rilevato un prezzo medio della tariffa Rc auto in calo di quella percentuale nel periodo luglio-settembre 2020, a 389 euro. Adesso il 36,9% degli automobilisti si aspetta una ulteriore riduzione dei prezzi con le nuove misure restrittive, mentre il 20,2% ritiene che non ci sarà nessun calo aggiuntivo delle tariffe perché le zone rosse e arancioni sono limitate geograficamente e nel tempo.

Proroga del contratto Rca: non facile

Il Governo aveva attivato durante il primo lockdown la possibilità di portare i 15 giorni di proroga per il rinnovo della scadenza della polizza della propria auto fino a 30 giorni, per venire incontro alle difficolta degli automobilisti per l’emergenza sanitaria. Ma ci sono due problemi.

  1. Per il 66,7% degli intervistati l’esecutivo avrebbe dovuto riattivare la misura insieme con il meccanismo che prevede la suddivisione in zone.
  2. E il 16,6% ritiene invece “inutile o complicato” riproporre la proroga di ulteriori 15 giorni al rinnovo della polizza allo stato attuale.