Rc Auto e spese legali, ecco quali sono coperte dalla polizza aggiuntiva a quella obbligatoria

sinistro auto

 

La polizza Rc Auto è la polizza obbligatoria sulla responsabilità civile quando si circola in auto. La tutela legale invece, fa parte del pacchetto garanzie accessorie alla polizza obbligatoria, ovvero, quelle garanzie che il contraente può scegliere di inserire nella propria polizza Rc Auto nel momento in cui stipula il contratto ed in base alle proprie esigenze.

La tutela legale quindi è una garanzia aggiuntiva alla polizza Rca alla stregua per esempio, della polizza cristalli, della polizza atti vandalici o di quella contro gli eventi atmosferici. Con la tutela legale, in linea di massima il contraente di una polizza Rca ha eventualmente il sostegno della compagnia nei casi in cui deve rispondere ad accuse che producono cause legali. Ma una cosa che molti contraenti si chiedono è se alcune spese legali che possono gravare su un contraente di una polizza Rca nel caso in cui venga citato in giudizio, sono coperte già dall’assicurazione obbligatoria.

 

Polizza Rc Auto e spese legali, ci sono quelle già coperte dalla Rca?

La compagnia assicuratrice presso cui abbiamo sottoscritto il contratto Rca subentra nelle spese legali che il contraente di una polizza Rca dovrebbe sostenere nel caso in cui venisse chiamato in giudizio, ma solo se c’è dentro la tutela legale. In pratica, la polizza di assicurazione per i rischi della responsabilità civile verso terzi non copre può anche le spese legali da sostenere se citati in giudizio.  I costi della difesa legale anche se collegati ad un evento di danno coperto dalla polizza stessa, sono esterni al risarcimento del danno che la polizza Rca prevede.

Naturalmente, anche se con la tutela legale, tutto è sottoposto a dei limiti che la legge stabilisce o che sono previsti dal contratto di assicurazione, come al solito e spesso ricco di cavilli e clausole limitative. Proprio in virtù di queste situazioni che possono andare ad incidere sulle coperture assicurative, con le compagnie che potrebbero escludere risarcimenti in particolari situazioni, va approfondito l’elenco delle eventuali spese legali che rientrano nella tutela legale, polizza con garanzie aggiuntive alla Rca.

Prima di tutto occorre sottolineare che se c’è una tipologia di spesa che può arrivare ad essere considerata ingente, più che i danni veri e propri di un sinistro ci sono le spese legali nei casi in cui un sinistro auto finisca in contenzioso in tribunale.

Avvocati, perizie e analisi dell’evento sono cose che possono costare parecchio ed è per questo che tra le clausole e i limiti alle coperture spesso le spese legali sono quelle più frequenti come oggetto di queste limitazioni.

La natura della polizza Rca è quella che punta dietro pagamento di un premio in danaro, a tutelare il contraente da eventuali danni che lui stesso provoca a terzi. La tutela sta nel preservare ilo patrimonio del contraente nel momento in cui dovrebbe andare a risarcire un terzo danneggiato. Ma questo non prevede la salvaguardia del patrimonio del contraente, se esso viene citato in giudizio dalla controparte, perché le spese legali in assenza della polizza ad hoc, sono a suo completo carico.

Quando si cita il danneggiato, si parla di terzo perché le due parti in causa sono il contraente della polizza e la compagnia di assicurazione, con la seconda che in caso di sinistro del primo, si sostituisce a quest’ultimo per risarcire un soggetto che non centra nulla con le parti del contratto assicurativo.

 

 

Assicurazione Auto: l’importanza della Tutela Legale

La polizza tutela legale Auto è sempre più importante, anche alla luce delle disposizioni in tema di omicidio stradale e lesioni personali, che sono i casi più diffusi di conducenti portati a rispondere delle loro azioni dinanzi a un giudice.

Con l’introduzione del reato di omicidio stradale, avere una polizza che copra le spese legali assume una importanza fondamentale. Ma non solo, perché non è solo nel caso di omicidio stradale la fattispecie di situazione dove avere la tutela legale conviene. Infatti è una garanzia piuttosto utile, specie quando c’è indecisione se procedere o meno per vie legali in caso di un sinistro che sfocia in controversie.

La tutela legale quindi, è una garanzia assicurativa che completa la polizza Rc auto. La polizza oltre a coprire spese collegate ai procedimenti giudiziali, dai compensi per gli avvocati e i periti a quelli risarcitori, copre anche le spese extragiudiziali. Va ricordato che la tutela legale oltre a coprire le spese relative ai contenziosi che sopraggiungono a seguito di un sinistro e quindi, inerenti la circolazione stradale, copre pure contenziosi successivi, come quelli con chi si occupa di riparare i veicoli.

Come dicevamo non esiste una formula unica di tutela legale perché ogni compagnia opera in modo diverso e con esclusioni diverse. Molto dipende anche dalla scelta del contraente che può scegliere una polizza che copre più cose o una che ne copra di meno, naturalmente con un costo più basso.

Una polizza completa, con una tutela legale che potremmo definire ampia, copre fino ai ricorsi sulle multe e sulle sanzioni amministrative, fino alle spese da sostenere per recuperare i punti sulle patenti.